SHOPPING / 8 REGOLE PER NON SBAGLIARE AI SALDI

Parola d'ordine: organizzazione perchè non è il tempo degli acquisti impulsivi, quelli sono permessi durante l'anno (anche a scopo terapeutico) ma non in periodo di saldi. 

Perchè si sa i saldi ci rendono ancora più vulnerabili; molto spesso la percentuale di sconto è direttamente proporzionale all'inutilità del capo acquistato. Risultato? Ti trovi l'anno seguente a dare via delle maglie che hanno ancora attaccato il cartellino dello sconto (e no, non sto esagerando sto raccontando vita vissuta di una settimana fa).

 

 

 

1. PERLUSTRAZIONE ONLINE
Sei al sito giusto !!!!
C'è tutto online quindi meglio inziare dai nostri personali siti o blog di riferimento per qualche ispirazione, per passare poi ai negozi online partendo magari da www.mariannaferrara.com già in saldo. Prossimo step? Cominciamo a fare acquisti virtuali mettendo nel carrello tutto ciò che ci colpisce, ovviamente anche per il prezzo. Al momento del pagamento io sono solita svuotare quasi del tutto il carrello, prima facendo una selezione tra quanto scelto, poi scremando anche gli ultimi pezzi che quasi mai mi convincono tanto da premere su acquista. In questo caso quel che rimane può essere messo tra i preferiti. Da noi tutti ! 
 
2. PERLUSTRAZIONE FISICA
Decise che quanto visto online sia quello su cui puntare il giorno dei saldi, se abbiamo tempo (condizione decisamente fondamentale e spesso assente) può essere utile passare in negozio nei giorni precedenti i saldi per la prova. In questo caso potremmo renderci conto se quel vestito meriti l'acquisto o meno.
 
3. RASSEGNA DELLA PROPRIA CABINA ARMADIO
Un veloce check nel nostro armadio è d'obbligo, magari sarà l'occasione per deciderci anche a dare via qualcha maglia che prontamente riponiamo fiduciose nel cassetto di anno in anno nel cambio stagione, e che puntualmente non indossiamo mai. Sarà inoltre facile individuare quali sono i nostri pezzi preferiti, quelli che alla fine scegliamo sempre di mettere e che forse meritano di avere qualche gemello da essere acquistato proprio durante i saldi. 
 
4. COSA METTO IN VACANZA?
Ci sono vestiti da tutti i giorni e quelli che ci si può concedere (o almeno si dovrebbe) in vacanza
 
5. SBAGLI DA PRECEDENTI SALDI
Sbagliando si impara si sa. Fermatevi e pensate a quello che avete comprato con i saldi estivi dell'anno prima e che considerate un grave errore. Pensateci bene e non mentite a voi stesse qualche scheletro nell'armadio ce lo abbiamo tutte (e alle volte ha ancora il cartellino).
 
6. LO SFIZIO
Se non ci si può lasciare andare agli acquisti impulsivi è pur vero che uno sfizio da saldi ci deve essere; uno per appunto ben calibrato e dichiaratemente superfluo ma per questo non meno importante. Quella cosa lì che aspettate da inizio stagione, volete ma al cui acquisto non avete ceduto. Pare sia giunta l'ora quindi scegliete lo sfizio degli sfizi. 
 
 
 
7. LA FATIDICA DOMANDA
Mi serve davvero? Lo userò mai più di una volta? Probabilmente a caldo di fronte al cartellino dello sconto la risposta sarebbe sempre e comunque si. Noi siamo però attrezzate e organizzate e la domanda ce la dobbiamo porre prima, intente a mettere in atto il punto 8.
 
8. LA LISTA
C'è chi pensa una lista allunghi la vita, chi sia una perdita di tempo. Io personalmente la considero in tutto e per tutto una coperta di Linus. Non la seguo sempre alla lettera (ok molto spesso non le seguo proprio), ma compilarla mi da una grande serenità

Lascia un commento